Abbronzatura a chiazze
Perché e come evitarla

Tutti noi sogniamo un’abbronzatura bella, dorata e, soprattutto, uniforme. E invece, talvolta, ci si trova a fare i conti con antiestetiche macchie, che ci fanno ritornare dalle vacanze con un’abbronzatura a chiazze.

Vediamo perché si formano queste chiazze e, soprattutto, come possiamo evitarle.

Cosa sono e perché si formano le chiazze nell'abbronzatura


Il colore della pelle dipende da una sostanza che il nostro organismo produce naturalmente, la melanina, in risposta allo stimolo dei raggi solari. L’abbronzatura altro non è il frutto che questo processo naturale.
Quando si parla di chiazze relativamente all’abbronzatura si può fare riferimento a due tipi di chiazze: quelle chiare – ipopigmentate – o quelle scure - iperpigmentate. Questo vuol dire che per le prime c’è una minore produzione di melanina rispetto al resto del corpo e per le seconde, invece, una produzione eccessiva.

Le cause che determinano questa disomogeneità possono essere diverse:

• variazioni ormonali, come accade alle donne in gravidanza;

• depilazioni con ceretta o altri trattamenti estetici piuttosto aggressivi, che possono provocare microtraumi alla pelle, rendendola più sensibile all’azione dei raggi solari;

• utilizzo di sostanze fotosensibilizzanti, come alcuni tipi di cosmetici, farmaci e integratori;

• problemi di natura patologica, come l’acne, la follicolite, l’ipomelanosi e alcune patologie causate da funghi.


Come si può evitare l'abbronzatura a chiazze


Per evitare di avere un’abbronzatura a chiazze bisogna agire di anticipo, adottando adeguate misure di prevenzione:

• mai esporsi al sole dopo trattamenti estetici strong, come, ad esempio, la ceretta o il peeling;

• evitare di esporsi al sole quando si stanno assumendo farmaci dichiaratamente fotosensibilizzanti – bisogna sempre informarsi se le cure che si stanno effettuando sono compatibili con l’abbronzatura;

• evitare di esporsi al sole dopo l’utilizzo o utilizzando cosmetici fotosensibilizzanti – ad esempio, alcuni oli essenziali e alcuni principi attivi contenuti in alcuni cosmetici sono fotosensibilizzanti e ci si può tutelare imparando a conoscerli e ad individuarli negli INCI;

• praticare un bello scrub prima di esporsi al sole per eliminare le cellule morte sulla superficie della pelle, che potrebbero rendere l’abbronzatura disomogenea;

• consumare alimenti ricchi di betacarotene, che stimolino la produzione di melanina da parte dell’organismo – carote, melone, pesche, albicocche, peperoni, pomodori. Molto utili anche gli integratori a base di questo precursore della vitamina A;

• per le macchie di natura patologica servono necessariamente i rimedi proposti dal medico curante


Un altro consiglio che possiamo darvi è quello di arrivare in spiaggia con la pelle già abbronzata in modo da non stressarla troppo e da non creare traumi. Come?

Scopri i nostri solarium





Prenota ora il tuo trattamento
Clicca per chiamare adesso
Chiama Fano
Chiama Pesaro
oppure Invia la richiesta per fissare un appuntamento ai centri Maya, verrai contattato dal centro più vicino.
Formula di acquisizione del consenso dell'interessato
Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679
L'interessato acquisite le informazioni dal Titolare, presta il consenso per le finalità sotto riportate.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.